Cento anni fa. Inferno

Anno: 2011 Categorie: Dvd con booklet
prezzo: 14.90 €
lingua: Sottotitoli in inglese
Descrizione

Nel cinema muto degli anni Dieci, La Divina Commedia. Inferno della Milano Films detiene i primati di altezza culturale (l’intera prima cantica di Dante), di lunghezza (più di 1000 metri) e non solo. È il film più costoso mai realizzato dal cinema italiano, la sua produzione è accompagnata da una poderosa campagna pubblicitaria, le prime proiezioni avvengono nel tripudio di città imbandierate di tricolori. Nel 1911 cade il 50° anniversario dell’Unità d’Italia: Dante, già mito risorgimentale, diventa simbolo delle aspirazioni irredentiste (e nazionaliste).

A lungo disponibile solo in copie danneggiate, mutile o censurate, Inferno è stato restituito alla sua edizione princeps, alla corretta successione delle inquadrature, alla pienezza della sua luce e dei suoi colori da un lungo lavoro di restauro curato dalla Cineteca di Bologna e dal laboratorio L’Immagine Ritrovata. Cent’anni dopo, lo spettatore si trova nuovamente avvolto nella visione orrida e meravigliosa di figurazioni ispirate a Gustave Doré (e ad altri illustratori), ma come rivisitate da un Méliès crudele: desolazione delle lande bucate dai sepolcri aperti, bagliori repentini, la petrosità degli orridi, l’acume dei roveti secchi, dannati striscianti o che procedono decapitati mutilati sventrati, le fattezze bizzarre delle creature mitologiche, le mostruose metamorfosi...

Perduta la partitura originale che accompagnò le proiezioni d’epoca, presentiamo l’Inferno restaurato con due distinte interpretazioni musicali: una colonna sonora di musica elettro-acustica con voci e suoni d’ambiente composta da Edison Studio e una composizione per pianoforte di Marco Dalpane.

Per le didascalie della versione inglese, è stata utilizzata la classica traduzione della Divina Commedia di Henry Wadsworth Longfellow (1867).

Colonna sonora
Edison Studio: Mauro Cardi, Luigi Ceccarelli,Fabio Cifariello Ciardi e Alessandro Cipriani

Contenuti extra
Altre ‘visioni dell’aldilà’ nel muto italiano: una sequenza di Maciste all’inferno (1915), Il diavolo zoppo (1909), Come fu che l’ingordigia rovinò il Natale a Cretinetti (1910). Dante e il muto italiano, galleria di fotogrammi, affiches, foto di scena di film ispirati alla Divina Commedia. Riferimenti iconografici, una serie di raffronti testuali tra le immagini dell’Inferno e le tavole di Gustave Doré e di altri illustratori.

Contenuti libro
Nel libro curato da Michele Canosa: la produzione del film e la sua costruzione iconografica (Giovanni Lasi), la fortuna distributiva e il restauro (Alessandro Marotto), una rilettura filologica alla luce delle implicazioni culturali e del tema irredentista (Michele Canosa), note sulla musica (Edison Studio e Marco Dalpane).